Roma e la Street Art, un mondo da scoprire

Roma e la Street Art

Quando si pensa a Roma vengono subito in mente i meravigliosi monumenti che tutti noi conosciamo, ma, come in tutte le principali città del mondo, c'e' una realtà artistica in divenire che ha come scopo riqualificare i quartieri meno noti e degradati, la bellezza salverà il mondo si sente spesso dire.

L'esempio di Tor Marancia al civico 63 è una di queste realtà, qui 20 artisti internazionali hanno dato vita a "Big City Life", un progetto che ha permesso la realizzazione di  22 murales monumentali.

La mia esperienza

Scesa dall'autobus di linea mi sono addentrata a piedi nella borgata periferica, non tutte le opere  sono visibili dalla strada. E' stata forte l'emozione nell'osservare la maestosità dei dipinti, i colori accesi significativi e fantasiosi impressi sulle facciate di alcune palazzine.

Ogni murales è legato alla storia del condomino e dei suoi abitanti per esempio il Bambino Redentore, dell'artista francese Seth (Julien Malland), ricorda un bambino vissuto in quella palazzina che ha perso la vita in un'incidente mentre giocava, l'opera che lo raffigura ci permette di conoscere la sua storia.

Le storie legate a ciascuna delle opere le si può chiedere agli abitanti  del quartiere che sono i principali fruitori di tanta bellezza in un museo a cielo aperto, consapevoli della loro importanza nella rivalutazione del quartiere

Link utili

Guida turistica Street Art

Google Art Project Street Art

Outdoor Project Google

Album fotografico

 

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento